Calendario Liturgico Regionale Siciliano

 

Ciclo Festivo C - Ciclo Feriale Pari

Colore :Verde

  • Domenica della XX settimana del Tempo Ordinario
  • Domeniche del Tempo Ordinario
  • Messa mattutina propria, Gloria, Credo, pref. delle domeniche del Tempo Ordinario. Messa Vespertina propria della vigilia, Gloria, Credo, pref. proprio della Solennità
  • Letture : Messa mattutina
    - Ger 38,4-6.8-10: Mi hai partorito uomo di contesa per tutto il paese
    - Salmo 39: Signore, vieni presto in mio aiuto.
    - Eb 12,1-4: Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti.
    - Vangelo Lc 12,49-53: Non sono venuto a portare pace sulla terra, ma divisione.
    ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA (Messa Vespertina della Vigilia)
    LEZ.SANTI(p.416) o LEZ.FEST. (p.462)

    - 1Cr 15,3-4.15-16 16,1-2: Introdussero dunque l’arca di Dio e la collocarono al centro della tenda che Davide aveva piantata per essa.
    - Salmo 131: Sorgi, Signore, tu e l’arca della tua potenza.
    - 1Cor 15,54-57: Dio ci dà la vittoria per mezzo di Gesù Cristo.
    - Vangelo Lc 11,27-28 Beato il grembo che ti ha portato!
  •  

    Prima lettura

    Ger 38,4-6.8-10

    Mi hai partorito uomo di contesa per tutto il paese.


    Dal libro del profeta Geremìa

    In quei giorni, i capi dissero al re: «Si metta a morte Geremìa, appunto perché egli scoraggia i guerrieri che sono rimasti in questa città e scoraggia tutto il popolo dicendo loro simili parole, poiché quest’uomo non cerca il benessere del popolo, ma il male». Il re Sedecìa rispose: «Ecco, egli è nelle vostre mani; il re infatti non ha poteri contro di voi».
    Essi allora presero Geremìa e lo gettarono nella cisterna di Malchìa, un figlio del re, la quale si trovava nell’atrio della prigione. Calarono Geremìa con corde. Nella cisterna non c’era acqua ma fango, e così Geremìa affondò nel fango.
    Ebed-Mèlec uscì dalla reggia e disse al re: «O re, mio signore, quegli uomini hanno agito male facendo quanto hanno fatto al profeta Geremìa, gettandolo nella cisterna. Egli morirà di fame là dentro, perché non c’è più pane nella città». Allora il re diede quest’ordine a Ebed-Mèlec, l’Etiope: «Prendi con te tre uomini di qui e tira su il profeta Geremìa dalla cisterna prima che muoia».

    Parola di Dio

    Salmo responsoriale

    Salmo 39

    Signore, vieni presto in mio aiuto.

    R

    Ho sperato, ho sperato nel Signore,
    ed egli su di me si è chinato,
    ha dato ascolto al mio grido.

    R

    Mi ha tratto da un pozzo di acque tumultuose,
    dal fango della palude;
    ha stabilito i miei piedi sulla roccia,
    ha reso sicuri i miei passi.

    R

    Mi ha messo sulla bocca un canto nuovo,
    una lode al nostro Dio.
    Molti vedranno e avranno timore
    e confideranno nel Signore.

    R

    Ma io sono povero e bisognoso:
    di me ha cura il Signore.
    Tu sei mio aiuto e mio liberatore:
    mio Dio, non tardare.

    R



    Seconda lettura

    Eb 12,1-4

    Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti.


    Dalla lettera agli Ebrei

    Fratelli, anche noi, circondati da tale moltitudine di testimoni, avendo deposto tutto ciò che è di peso e il peccato che ci assedia, corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento.
    Egli, di fronte alla gioia che gli era posta dinanzi, si sottopose alla croce, disprezzando il disonore, e siede alla destra del trono di Dio.
    Pensate attentamente a colui che ha sopportato contro di sé una così grande ostilità dei peccatori, perché non vi stanchiate perdendovi d’animo. Non avete ancora resistito fino al sangue nella lotta contro il peccato.

    Parola di Dio



    Canto al Vangelo (Gv 10,27)


    Alleluia, alleluia.

    Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore, e io le conosco ed esse mi seguono.

    Alleluia.


    Vangelo

    Lc 12,49-53

    Non sono venuto a portare pace sulla terra, ma divisione.


    + Dal Vangelo secondo Luca

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
    «Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!
    Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».

    Parola del Signore

    ASSUNZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA (Messa Vespertina della Vigilia) (BIANCO)


    Prima lettura

    1Cr 15,3-4.15-16; 16,1-2

    Introdussero dunque l’arca di Dio e la collocarono al centro della tenda che Davide aveva piantata per essa.


    Dal primo libro delle Cronache

    In quei giorni, Davide convocò tutto Israele a Gerusalemme, per far salire l’arca del Signore nel posto che le aveva preparato. Davide radunò i figli di Aronne e i levìti.
    I figli dei levìti sollevarono l’arca di Dio sulle loro spalle per mezzo di stanghe, come aveva prescritto Mosè sulla parola del Signore. Davide disse ai capi dei levìti di tenere pronti i loro fratelli, i cantori con gli strumenti musicali, arpe, cetre e cimbali, perché, levando la loro voce, facessero udire i suoni di gioia.
    Introdussero dunque l’arca di Dio e la collocarono al centro della tenda che Davide aveva piantata per essa; offrirono olocausti e sacrifici di comunione davanti a Dio.
    Quando ebbe finito di offrire gli olocausti e i sacrifici di comunione, Davide benedisse il popolo nel nome del Signore.

    Parola di Dio

    Salmo responsoriale

    Salmo 131

    Sorgi, Signore, tu e l’arca della tua potenza.

    R

    Ecco, abbiamo saputo che era in Èfrata,
    l’abbiamo trovata nei campi di Iàar.
    Entriamo nella sua dimora,
    prostriamoci allo sgabello dei suoi piedi.

    R

    I tuoi sacerdoti si rivestano di giustizia
    ed esultino i tuoi fedeli.
    Per amore di Davide, tuo servo,
    non respingere il volto del tuo consacrato.

    R

    Sì, il Signore ha scelto Sion,
    l’ha voluta per sua residenza:
    «Questo sarà il luogo del mio riposo per sempre:
    qui risiederò, perché l’ho voluto».

    R


    Seconda lettura

    1Cor 15,54-57

    Dio ci dà la vittoria per mezzo di Gesù Cristo.


    Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

    Fratelli, quando questo corpo mortale si sarà vestito d’immortalità, si compirà la parola della Scrittura:
    «La morte è stata inghiottita nella vittoria.
    Dov’è, o morte, la tua vittoria?
    Dov’è, o morte, il tuo pungiglione?».
    Il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la Legge. Siano rese grazie a Dio, che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo!

    Parola di Dio

    Canto al Vangelo (Lc 11,28)


    Alleluia, alleluia.

    Beati coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano.

    Alleluia.

    Vangelo

    Lc 11,27-28

    Beato il grembo che ti ha portato!


    + Dal Vangelo secondo Luca

    In quel tempo, mentre Gesù parlava alle folle, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!».
    Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

    Parola del Signore


Agosto 2022
LMMGVSD
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
293031
Settembre 2022
LMMGVSD
01020304
05060708091011
12131415161718
19202122232425
2627282930